domenica 23 maggio 2010

Grazie a tutti

Ringrazio quelli che hanno scritto sul blog e quelli che mi hanno scritto messaggi per manifestare apprezzamento per il corso. Mi fa piacere che lo abbiate seguito con interesse ed entusiasmo.
Un corso riuscito bene è la felice combinazione di tanti fattori. Ci vuole innanzitutto simpatia, nel senso etimologico della parola (correte a cercarlo!), ma tenuta in equilibrio con la scelta dei temi da trattare, con l'autorità e la severità, che non devono mancare.
Insomma, è un cocktail difficile da mescolare. Ma la cosa principale sono gli ingredienti umani, e quelli ce li avete messi voi.

16 commenti:

  1. Salve a tutti!!!Che bello tornare quì!!!
    Simpatia... (lat. sympathia dal greco sympàtheia = sentire insieme).
    Nel linguaggio filosofico, la particolare attrazione che si manifesta fra più esseri o cose in quanto soggetti delle medesime affezioni. Il termine si trova quindi usato ad indicare sia una affinità oggettiva delle cose, sia la partecipazione soggettiva di un essere allo stato d'animo di altri. Nel primo di tali due sensi, il vocabolo è entrato nel linguaggio dei filosofi con lo stoicismo greco, a designare l'armonica comunione fra tutte le cose, in quanto costituite dall'unico principio cosmico; insieme con il concetto, il termine è passato nel neoplatonismo di Plotino e da questo nel neoplatonismo e nel naturalismo del Rinascimento in Italia, in Germania e in Inghilterra. Nel secondo senso, concetto e termine di simpatia assumono massima importanza nell'etica inglese del XVI secolo, e specialmente in Smith, che nella simpatia, intesa come comunicazione all'animo dell'individuo delle emozioni altrui, vede la base della convivenza sociale e pone quindi il fondamento dei rapporti morali. Nel XX secolo il tema della simpatia è stato ampliamente considerato sia nel suo valore filosofico dal Bergson (che la identifica con l'istinto) e da Scheler (che ha riposto in essa la componente fondamentale della mutua comprensione), sia nel suo valore psicologico dal Ribot, dallo Szond (che ha costruito sulla simpatia la sua teoria dei comportamenti di attrazione e di ripulsa)e dal Moreno che assegna all'attrazione simpatica la liberazione della propria spontaneità.
    (Enciclopedia cartacea)
    A presto!!!

    RispondiElimina
  2. Giunti alla fine del corso anch'io vorrei ringraziare tutti voi per l'attenzione e la passione che avete dimostrato in questi mesi; ho imparato moltissimo leggendo i vostri interventi, e le vostre riflessioni mi hanno stimolato per nuove ricerche e approfondimenti.
    Spero, nel mio piccolo e con la mia scarsa esperienza, di esservi stata utile anch'io per le questioni "burocratiche".
    Ringrazio in particolar modo il Professor Conte per avermi dato l'opportunità di vivere quest'avventura così formativa a livello universitario ma soprattutto a livello umano.
    A presto!

    RispondiElimina
  3. Salve a tutti!
    Per tutti noi del corso e per Lei Prof.:
    ma insomma a quando la cena????????Dai cerchiamo di organizzare per questa settimana altrimenti poi iniziano i giorni di fuoco per gli esami e finisce che non la facciamo più!
    :-)
    Sentiamoci qui sul blog!
    Silvia&Giovannina

    RispondiElimina
  4. chi è il referente per questa cena?

    RispondiElimina
  5. Salve a tutti!
    Oggi si è parlato nuovamente della cena e si pensava di organizzare per lunedì 7 giugno, giorno della verbalizzazione dell'esame.
    Che ne dite? Comunque manderò una mail per capire se tutti siete disponibili per quella data e poi decidiamo.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Ciao Serena, abbiamo letto il tuo post, purtroppo io (Silvia) ho un'esame l'8 e Giovannina il 9, quindi sarebbe proprio un problema esserci il 7 sera. Per noi sarebbe meglio i primi di giugno o nella seconda settimana di giugno, ovviamente tenendo conto delle esigenze di tutti. Speriamo di riuscire a metterci d'accordo!
    Aspettiamo notizie!
    Fateci sapere!

    RispondiElimina
  8. seconda settimana di giugno va benissimo

    RispondiElimina
  9. Dite che posticipare sia meglio? Per me va bene, non c'è alcun problema, possiamo pensare ad un'altra data allora.

    RispondiElimina
  10. Salve a tutti! La cosa migliore è cominciare a passare parola e sentire gli altri ragazzi e il Prof., magari per trovare una data nella settimana dal 9 al 16 giugno (per noi va bene qualsiasi giorno in quella settimana)...che dite??!!
    Silvia&Giovannina

    RispondiElimina
  11. Buongiorno a tutti!!!anche se con un po' di ritardo anch'io vorrei lasciare un commento conclusivo al corso.
    Ringrazio innanzitutto il Prof. Conte per tutto quello che ci ha insegnato durante questi mesi, non soltanto dal punto di vista prettamente culturale e universitario, ma soprattutto per la passione che ci ha saputo trasmettere per la ricerca e il confronto. La cosa che mi ha colpito di più di questo corso è stata la profonda umanità che lo ha caratterizzato, il professore era un professore e noi studenti delle persone e non delle matricole come purtroppo avviene nella maggior parte dei corsi universitari; in certi momenti è sembrato veramente di tornare indietro di qualche anno, ai tempi delle scuole superiori (in senso positivo ovviamente!!!).
    Ringrazio inoltre Serena, che oltre che un aiuto e una spalla durante questo corso per me è stata anche un'amica, un punto di riferimento; infine ringrazio tutti voi che con me avete partecipato a questa avventura!
    In bocca al lupo a tutti per il vostro futuro!!

    ps per la cena fatemi sapere, io non sono di Roma comunque cercherò di organizzarmi al meglio!!!

    Elena Lauretti

    RispondiElimina
  12. francesca romana14 giugno 2010 18:37

    Buonasera Prof. Conte,
    sono iscritta al secondo anno di giuriprudenza ed ho superato lo scorso 9 giugno l'esame di storia del diritto medioevale dopo aver seguito, oltre alle sue lezioni, anche il seminario della dott.ssa Di Paolo "La formazione dei due Corpora Iura nel diritto comune". Vorrei cortesemente sapere se è possibile sostenere l'esame di Diritto Comune sin dal prossimo appello pur non avendo frequentato le lezioni o se devo necessariamente attendere l'iscrizione al quarto anno.
    Grazie per la cortese attenzione.

    RispondiElimina
  13. Cara Francesca,
    per la verità non lo so: dipende dalle regole del corso: potrebbe chiederlo in segreteria didattica.

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Dott Conte sono una studentessa di Giurisprudenza di Palermo che deve sostenere l'esame di Storia del Diritto Medievale e Moderno con l'ausilio del suo testo "Diritto comune storia e storiografia di un sistema dinamico". Alla ricerca di approfondimenti mi sono imbattuta in questo blog e le devo fare i miei complimenti innanzitutto per la sua chiarezza e per l'utilità del suo libro per la comprensione della materia, ma soprattutto per il suo approccio con gli studenti. Sono rimasta veramente colpita dal suo metodo, che accende l'interesse sull' argomento oggetto di studio e perfino sull'esame in sè. Ci vorrebbero molti più docenti come lei. Distinti saluti,
    Claudia Genuardi

    RispondiElimina